Ritratti tirolesi

La pittura ritrattista è da sempre molto diffusa in Tirolo, dal tardo Medioevo fino ad oggi. Se fino al XVIII secolo erano quasi esclusivamente i rappresentanti dell'elite laica e clericale a farsi immortalare, dal XIX secolo, sempre in misura crescente, iniziarono a farsi ritrarre anche i cittadini comuni, i contadini e le loro mogli.

La registrazione della ricchissima collezione di dipinti del Tirolo del nord, dell'est e del sud e la sua esposizione al pubblico, sotto forma di banca dati, sono gli obiettivi del progetto scientifico "Ritratti tirolesi" della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano. Questa iniziativa costituirà una grande risorsa per la geografia storica del Tirolo, la storia artistica, culturale e sociale, come per la ricerca sulle famiglie, in quanto quelle che ora sono fonti disponibili, precedentemente erano accessibili solo in misura limitata. Oltre alle persone ritratte, i dipinti presentano solitamente anche iscrizioni, stemmi e altri dettagli interessanti.

È possibile effettuare una ricerca mirata per

  • persone
  • pittori
  • epoche storiche

anche se vale senz'altro la pena di dare un semplice sguardo generale alla banca dati: la forza espressiva di volti noti e sconosciuti, la varietà d'indumenti e sfondi, nonché l'arte della rappresentazione, si rivolgono agli spettatori di tutti i secoli.


ritratti-tirolesi-galleria



Qualora foste in possesso di qualche ritratto, siete pregati di contattare la Fondazione. A tutela della privacy, nel caso in cui fossero incluse nella raccolta opere private, verranno contrassegnate solo con la dicitura "privato", mentre per quelle appartenenti a musei e collezioni ne sarà indicata la provenienza.







Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano |  Via Talvera 18  |  I-39100 Bolzano  |  Tel. +39 0471 316000 |  info(ett)fondazionecassarisparmiobz.it |  St.Nr. 94033520217